lunedì 19 gennaio 2015

IL PRIMER VISO COME BASE TRUCCO

Buonasera bimbe! Nuovo articolo della sezione ABC MAKEUP e in quest’articolo inizio a parlare della base viso e più precisamente del PRIMER VISO.



Il PRIMER va steso prima del fondotinta e con la pelle pulita, asciutta e idratata.
La sua funzione è di rendere meno visibili i pori dilatati, attenuare le piccole rughe ed eliminare la sgradevole sensazione di unto sul viso. Il suo ruolo principale però, è quello di far durare più a lungo il trucco, facendo aderire meglio il fondotinta.



Un buon PRIMER deve cercare di perfezionare quanto è più possibile la pelle, in modo che al momento dell’applicazione del fondotinta non ci siano troppi difetti da correggere e il risultato possa essere molto più naturale.




Ne esistono in diverse texture: in crema, in gel, fluidi, in polvere e anche con microsfere. Come scegliere quello più adatto al nostro tipo di pelle e in sintonia con la tonalità e dalla giusta consistenza? Proviamo a leggere le proprietà e le funzioni di ciascuna texture per riuscire a comprendere meglio quello più adatto alle nostre esigenze.




 Iniziamo dal PRIMER cremoso: è adatto a tutti i tipi di pelle, soprattutto alle donne dopo i trent’anni per prevenire i danni del tempo proteggendo il viso da aggressioni esterne. Assolutamente perfetto per chi non ama troppo il fondotinta, ma desidera comunque una pelle luminosa senza dover creare un makeup pesante.






 Il PRIMER in polvere si presenta in una polvere bianca tipo cipria, che applicato sul viso diventa trasparente. Indicato per chi ha una pelle grassa (come la mia) e tende a lucidarsi soprattutto nella zona T (fronte, naso e mento) poiché questo tipo di Primer tende ad assorbire l’untuosità della pelle non permettendo al trucco di colare e rovinarsi. Assolutamente non adatto alla pelle matura poiché, essendo in polvere, andrebbe a evidenziare le rughe insinuandosi tra di esse.









PRIMER con microsfere è un gel con all’interno delle microsfere rosate che si mescolano al gel una volta premuto il tappo erogatore. E’ adatto a chi vuole cancellare lo stress dal viso, perché la colorazione è leggermente rosata e quindi va a illuminare la carnagione pallida e giallastra. Assolutamente non adatto a chi ha la pelle grassa.










Il PRIMER fluido colorato, da considerarsi principalmente un primer correttivo e con una specifica funzione secondo il colore. Infatti, c’è quello Viola per ravvivare le carnagioni olivastre, ottimo anche da utilizzare come copri occhiaie miscelato con il correttore; il primer Verde ideale per chi ha una pelle con rossori diffusi, oppure chi soffre di couperose; il primer Aranciato che è ottimo per coprire le occhiaie del contorno occhi e il primer rosa pesca per illuminare l’incarnato.




 Il PRIMER in gel ha la caratteristica di rendere il viso opaco e satinato, ideale per chi non è giovanissima e per chi ha la pelle un po’ segnata, infatti, grazie all’effetto satinante, le rughe saranno meno evidenti e più attenuate.








Ricapitolando e facendo il punto della situazione per quanto riguarda il Primer adatto a me e al mio tipo di pelle, come vi ho detto prima grassa, i primer che sono indicati sono quelli in polvere e quelli in gel.
Non propriamente indicati, ma in caso d’imperfezioni o problemi particolari sul viso potrei utilizzare anche quello fluido colorato secondo le mie esigenze in quel momento.
Mentre sono assolutamente da evitare i Primer con le microsfere rosa.
Ora ho le idee più chiare sui PRIMER più adatti a me e devo dire che sono molto curiosa di provare quello in polvere ma soprattutto ancora meglio da utilizzare è quello in gel e sporadicamente (proprio in caso di necessità) utilizzarne uno fluido colorato, ma il primer che cercherò di acquistare e utilizzare in futuro sarà sempre quello in gel.

Come si applica il primer?

 Prima di applicare il Primer è buona norma aspettare almeno dieci minuti dopo aver steso la nostra crema idratante abituale, in modo da farla assorbire completamente e dopo aver applicato aspettare sempre dieci minuti in modo che si asciughi e non si mescoli con il fondotinta formando quei fastidiosi grumetti sul viso e non rendendo perfetto il trucco.
Va applicato soprattutto nelle zone che sono più a rischio sbavature, ossia al centro della fronte, ai lati del naso e ai lati della bocca.




Suggerimenti molto utili e che sto mettendo in pratica sono innanzitutto quello di tenere il primer in frigorifero giacché l’effetto fresco sulla pelle la distende amplificando di molto la sua qualità (ed è assolutamente vero, da quando lo utilizzo freddo da frigorifero, la mia pelle sembra più distesa e la sensazione di prodotto sul viso non lo percepisco nemmeno più). Un altro piccolo suggerimento, per chi utilizza fondotinta con un effetto illuminante sopra al primer, sarebbe meglio stenderlo con una spugnetta in lattice oppure un pennello indicato per il fondotinta, inumiditi entrambi con poche gocce di tonico, oppure con acqua termale, in questo modo il colore sarà più trasparente e si otterrà un bellissimo effetto “nude”. Questo suggerimento per me è favoloso, infatti, quando applico quel genere di fondotinta sul primer, ormai lo stendo proprio con un pennello bagnato da un paio di spruzzi di acqua termale e il risultato, sul viso mi piace molto di più e non sento il “peso” del fondotinta sulla pelle.

E voi lo usate il primer? State utilizzando quello adatto per il vostro tipo di pelle? Fatemi sapere cosa ne pensate, le vostre opinioni e spero con quest’articolo di essere stata utile per individuare il primer che fa per voi e per le vostre esigenze.
Vi auguro una buonissima serata e a presto!
Bacione
Dany ^_^

GLI ALTRI ARTICOLI DELLA SEZIONE ABC MAKEUP:


10 commenti:

  1. Grazie, molto interessante :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ecco...come al solito, arriva quella che non si trucca mai e che in realtà è la meno indicata a commentare questo post.
    Purtroppo non ho passione per i cosmetici, e avere in faccia anche una crema idratante, per me equivale ad avere il viso sporco.
    Sarò strana, ma è più forte di me. pensare che ho lavorato alcuni anni con l'Avon, e prima ancora con la Several, che ormai non ricorda più nessuno...
    Un abbraccio! Smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno è liberissimo di truccarsi o meno, c'è a chi piace e a chi no...io ho una passione per il makeup e per tutto ciò che ruota intorno alla cura della persone e quindi mi piace scrivere e seguire ciò che amo!! Grazie per il tuo commento e per aver letto il mio post!! Un bacione :*

      Elimina
  3. Ciao, grazie per quest'articolo così utile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Silvia per la lettura e il commento!! Bacione :*

      Elimina
  4. ...non mi trucco...non ci riesco proprio...ma resto affascinata ancora di più di una persona sapiente nell'uso dei cosmetici...il pianeta misterioso! :)

    RispondiElimina
  5. Sei stato utilissimo questo post per me .. Baci

    RispondiElimina