mercoledì 20 febbraio 2013

REVIEW FILM THE GUARDIAN- SALVATAGGIO IN MARE


Buon pomeriggio a tutte amiche del Blog, il post di oggi riguarda un film che ho visto un po’ di tempo fa e che finalmente riesco a raccontare e descrivervi attraverso la mia personale opinione e che vede come protagonista uno dei miei attori preferiti di sempre, ossia Kevin Costner, il film in questione è “The Guardian- Salvataggio in mare”.




Il protagonista della storia è Ben Randall, capo di prima classe e veterano della Guardia Costiera degli Stati Uniti, anni d’esperienza e di salvataggio in mare fino il giorno in cui per un fatale errore perde tutto il suo equipaggio compreso, il suo migliore amico. Oltre a questo fatto, anche il suo matrimonio è in crisi e sua moglie Helen decide di allontanarsi da lui, lasciandolo ferito nell’orgoglio e nello spirito. Tutto sembra perduto, quando a Randall è offerta la possibilità di preparare e addestrare un gruppo di giovani reclute e aspiranti aerosoccorritori, e anche se con difficoltà e poca fiducia in se stesso decide di accettare.
Tra le giovani reclute vi è un ragazzo ribelle, ambizioso e troppo sicuro di sé, Jake Fischer, il cooprotagonista di Randall, un ragazzo davvero altezzoso, sotto certi punti di vista, troppo pompato e pieno di sé, un carattere particolare che lo porta a scontrarsi continuamente con Randall, il quale, cerca di addestrare al meglio il ragazzo perché si rende conto che tra tutti gli allievi, Fischer è il più propenso a diventare un ottimo guardacoste.
Il tempo trascorre tra l’allenamento e una nuova storia d’amore che nasce tra Jake e una bell’insegnante, Emily, il ragazzo diventa sempre più bravo e preparato e Randall, se pur non esternando il suo parere, è sempre più fiero e sicuro di lui, tanto che, una volta diventato guardacoste, decide di portarlo con se alla CG Air Station Kodiak in Alaska, facendo diventare Jake suo collega.
Sarà qui che Jake affronterà la sua prima e vera missione al fianco dello spaventato e ormai stanco Ben, e sarà in questa situazione così difficile, dove Ben si renderà conto di non essere più in grado di salvare le persone, che Jake affronterà il difficile momento portando in salvo le vittime e lo stesso Ben…
Jake ormai è diventato un uomo coraggioso e preparato e Ben forse è arrivato al capolinea della sua carriera…
 Mi fermo qui…non voglio rivelare troppo…

Interpreti e personaggi principali
Ben Randall interpretato da Kevin Costner (doppiatore Michele Gammino) Da sempre il mio attore preferito, sono sempre stata affascinata da lui e da ragazzina n’ero innamorata pazza. Tra i suoi film che ho visto “Mr.Brooks”, “Le parole che non ti ho detto”, “Waterworld”, “Un mondo perfetto”, “Guardia del Corpo”, “Robin Hood principe dei ladri”, “JFK un caso ancora aperto”, “Balla con i lupi”, “Revenge”, “L’uomo dei sogni”, “Bull Durham un gioco a tre mani”, “Gli intoccabili”, “Senza via di scampo”, “Il vincitore”.
Jake Fischer interpretato da Ashton Kutcher (doppiatore David Chevalier), un giovane attore molto carino, ha recitato in tantissimi film, ma sinceramente questo è il primo che vedo con lui attore e non mi è dispiaciuto, a parte fisicamente che è davvero carino, anche come attore non è niente male.
Jack Skinner interpretato da Neal MacDonaugh (doppiato da Nino Prester). Un personaggio non troppo simpatico, ma l’attore direi che lo trovato perfetto nell’interpretazione. Sinceramente non lo avevo mai visto e non mi ha particolarmente colpito, anche se ha uno sguardo davvero cattivo e subdolo, perfetto per il ruolo. Ha interpretato tantissimi film, ma “The Guardian” è il primo in cui l’ho visto recitare.
Emily Thomas interpretata da Melissa Sagemiller (doppiata da Eleonora De Angelis). L’insegnante con cui Jake ha una storia. Una ragazza molto carina e un’attrice che ho trovata adattissima per il ruolo da lei interpretata. Ha interpretato ruoli in tantissime serie televisive soprattutto negli episodi di Law & Order: Unità speciale” nella dodicesima stagione. Personalmente non l’avevo mai vista e ho conosciuto quest’attrice in questo film appena visto e sinceramente non mi ha colpito particolarmente come attrice, carina certo, ma, non mi ha trasmesso emozione e non mi ha coinvolto nel suo personaggio.
Helen Randall interpretata da Sela Ward. La moglie di Ben. Ha recitato nel 2004 nel film “The day after tomorrow- L’alba del giorno dopo e dal 2005 al 2013 è stata inteprete di ben 10 episodi della serie televisiva “Dr House” mentre dal 2010 al 2013 personaggio nella serie televisiva “CSI:New York”. Non un volto sconosciuto, forse ho visto qualche episodio di CSI New York in cui era nel cast anche quest’attrice, ma sinceramente non l’avevo mai seguita assiduamente la serie per riconoscerne come una degli interpreti principali dell’ultimo periodo. La trovo carina, una brava attrice anche se non particolarmente espressiva, secondo sempre il mio parere ovviamente. In questo film, “The Guardian”, appare in qualche scena, molto velocemente, non è quindi una degli interpreti principali, anche se importante perché uno dei motivi della “depressione” e dello sconforto di Ben.

Il Regista
Andrew Davis, il regista del film, lavora principalmente come regista per il grande schermo e tra i suoi film più famosi (anche se io non li ho visti) sono “Il Fuggitivo” con Harrison Ford e “Delitto Perfetto” con Michael Douglas.

Scheda del film
Titolo Originale: The Guardian
Anno: 2006
Genere: Azione, Drammatico.
Regia Andrew Davis.
Casa di produzione: Beacon Pictures, Contrafilm, A School Productions, Eyetronics USA, Firm Films, Touchstone Pictures
Distribuzione: Eagles Pictures.
Durata: 136 minuti.

Curiosità
Il film è stato girato in Alaska, California e Oregon. E dopo una serie d’uragani che hanno colpito gli Stati Uniti nel 2005, la produzione si è trasferita in Louisiana girando scene a New Orleans e Shreveport.
Le scene in mare sono state girate in un enorme piscina.
In Italia ha incassato la cifra di 426.663 Euro

Parere Personale
Un film che personalmente è piaciuto molto, ho trovato la storia davvero coinvolgente, a tratti simpatica ma anche molto commovente. Una storia di coraggio, di dramma personale ma anche di un’immensa voglia di salvare le persone in difficoltà, travolti da tempeste e tragedie in mare.
Questo film mi ha fatto comprendere e ammirare queste persone che mettono a rischio la loro vita pur di mettere in salvo le vittime in pericolo, spaventate e che si aggrappano a questi eroi, perché di eroi si tratta, visto che sono persone coraggiose, meravigliose, pronte a morire per gli altri.
Ho vissuto, ho percepito il dramma personale del protagonista, Ben e ho immaginato cosa potesse sentire dentro di sé dopo aver perso la sua squadra e rimanerne l’unico sopravvissuto e sentirsi in colpa per non aver potuto salvarli e portarli alle loro famiglie. Il dolore immenso nell’aver perso il suo migliore amico e come se non bastasse la fine del suo matrimonio. Tutto sembra contro di lui fino all’arrivo di Jake, un ragazzo in gamba, coraggioso ma troppo pieno di sé e sicuro di essere il migliore, arrogante e presuntuoso ma che Ben scoprirà ben presto essere una facciata la sua che nasconde in realtà un passato tutt’altro che facile.
Una storia molto bella e coinvolgente che mi ha portato ad emozionarmi, a sorridere, ad innervosirmi ma anche nel commuovermi in certi momenti della pellicola, sentendo le lacrime affacciarsi e scendere sul mio viso.
Un film che non posso non promuovere, perché davvero molto bello e che mi ha emozionato e coinvolto e quando un film mi emoziona in questo modo diventa automaticamente, uno dei miei film preferiti.
Kevin Costner, che dire di lui, un attore che amo da sempre, che trovo affascinante e bravissimo. Mi piace tantissimo e da sempre uno dei miei attori preferiti in assoluto.
Gli altri interpreti non li conosco bene e non posso dare un giudizio, avendo visto solo questo film con loro interpreti, in ogni caso ho trovato Ashton Kutcher (famoso per la sua storia d’amore con la bella attrice Demi Moore) trovo sia un bravo attore e molto carino.
Il regista Andrew Davis, invece, non l’ho mai visto ed è il primo film che vedo diretto da lui, anche se leggendo la sua filmografia ha diretto moltissimi altri film di cui ho nominato precedentemente.
Per quanto riguarda la colonna sonora, ho avuto modo di ascoltare qualche canzone e devo dire che sono musiche e canzoni molto carine, perfette da colonna sonora e la mia preferita è in assoluto la canzone cantata da Bryan Adams “Never Let Go”, stupenda.


Pagella

Categoria
Voto
Trama/Sceneggiatura
     8,00
Sviluppo della storia
     8,00
Personaggi
     7,50
Ambientazione
     8,00
Coinvolgimento
     8,00
Finale
     8,00
Attori
      7,13
Regia
     6,00
Colonna sonora
     8,00


Totale
   68,63
Mio Voto
   7,63


Consiglio questo film perché assolutamente piacevole e coinvolgente da vedere, molto profondo e che protagonisti assoluti sono il coraggio e il ritrovare se stessi.
Un film che, come ho detto prima, promuovo e che riguarderò volentieri la prossima volta che lo rifaranno in televisione.

video


Eccomi arrivata alla fine di questa mia recensione sull’ultimo film che ho visto, fatemi sapere se lo avete visto anche voi, cosa ne pensate, se vi è piaciuto o meno. Aspetto come sempre i vostri pareri e commenti e vi auguro una buonissima serata.
Bacioni
Danila


2 commenti:

  1. bellissimo film!
    ti seguo volentieri!
    seguiresti anche me?
    bacino
    hegles.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere passata! Vado subito al tuo blog!! Bacioni :*

      Elimina